Biografia breve

00780004

Fiammetta Tarli suona regolarmente in Gran Bretagna, Bulgaria, Slovacchia, Spagna, Polonia, Germania, Ungheria e Italia, sia come solista che in varie formazioni cameristiche – in duo pianistico, sia a due pianoforti che a quattro mani con Iain Ledingham e con suo marito Ivo Varbanov, con la violinista Yana Burova e con Ofer Falk (primo violino del Quartetto Allegri). Tra i momenti salienti di sue recenti esecuzioni si includono diverse apparizioni alla Cadogan Hall (Londra) e festival di prestigio quali ‘Brahms Unwrapped’ al Kings Place (Londra), i ‘Conciertos Temáticos’ di Santander, le Settimane Musicali di Sofia (il principale festival in Bulgaria), il Festival Internazionale di Musica da Camera ‘Konvergencie’ a Bratislava, e ‘Piano Extravaganza’ (Sofia, 2016), nonché sale rinomate quali la West Road Concert Hall, Cambridge, Royal Concert Hall, New Auditorium, Glasgow, Honeywell Music Room, Oxford, St John Smith Square, Londra, St Georges, Bristol, Wye Valley Music Festival, ecc. A Giugno del 2016 si è esibita in una tournée in Gran Bretagna per promuovere la casa discografica audiofila da lei fondata insieme a suo marito Ivo Varbanov: Independent Creative Sound and Music Records (ICSM Records). I suoi concerti e le sue registrazioni sono stati trasmessi dalla RAI e da Rete Toscana Classica (Italia), dalla Radio Nazionale Slovacca, Radio Nazionale Bulgara, e Radio Nazionale Spagnola.

Fiammetta ha cominciato i suoi studi musicali all’età di cinque anni con Giampiero Semeraro a Pisa, sua città natale. Ha conseguito il Diploma di pianoforte a soli diciassette anni al conservatorio di Firenze con il massimo di voti, lode e Menzione Speciale. Si è specializzata nel repertorio solistico sotto la guida di Maria Tipo, Lydia Rocchetti Pezzati e con la pianista ungherese Ilona Deckers a Milano, ed in seguito, con particolare attenzione al repertorio cameristico, con Iain Ledingham alla Royal Academy of Music, Londra. Ha partecipato diverse volte alle Masterclasses del pianista tedesco Alexander Lonquich e di Elio Battaglia (repertorio cameristico vocale). I suoi vivi interessi musicologici l’hanno spinta a intraprendere prima un Master of Musicology (MMUS, ottenuto con Distinction) al King’s College di Londra e poi un PhD (con borsa di studio AHRC del College), che Fiammetta ha ottenuto in parallelo alla sua attività concertistica e di insegnamento. Ha tenuto lei stessa Masterclasses al Dipartimento di Musica dell’Emanuel School di Londra e alla Scuola di Musica Nazionale di Radom in Polonia.

Fiammetta ha pubblicato le sue prime due registrazioni di musiche per pianoforte di Schumann per la casa discografica Gega New (Bulgaria) nel 2007 e 2013. Le sue prime registrazioni per ICSM Records (ICSM 001, integrale dei valzer a quattro mani di Brahms, con Ivo; ICSM 003 con un programma solistico) sono uscite a Maggio del 2014 unitamente all’apertura della casa discografica, il cui lancio si è celebrato con un concerto promozionale al Kings Place di Londra, e hanno ricevuto recensioni assai favorevoli dalla stampa specializzata internazionale (incluso International Record Review, Rivista Musica, Fanfare, Observer, Klassisk Musikkmagasin, HI-FI+). Légendes anciennes (ICSM 006, con i due balletti di Stravinsky Pétrouchka e Sagra della Primavera, di nuovo a quattro mani con Ivo) è stato pubblicato nell’Autunno 2015, e altre due registrazioni sono in corso di pubblicazione: con Ivo, un programma a due pianoforti di Brahms (la Sonata per due pianoforti Op. 34b e le Variazioni su tema di Haydn op. 56b, ICSM 011) e con la flautista Daniela Troiani un programma di musica del ventesimo secolo (ICSM 013).

I suoi prossimi progetti per la stagione 2017-2018 includono la registrazione del Concerto per pianoforte di Schumann e il Quintetto per pianoforte, un programma a due pianoforti con la prima registrazione mondiale di un pezzo composto per il duo pianistico Tarli-Varbanov dalla compositrice argentina Silvina Milstein (King’s College London), un programma solistico comprendente musiche di Ravel, Debussy e Martin Georgiev (prima registrazione mondiale), nonché i concerti per due pianoforti di Mozart K. 365 e K. 242. Nelle prossime stagioni Fiammetta suonerà in Gran Bretagna, Bulgaria, Italia e Spagna.


Yana Burova, violin, and Fiammetta Tarli, piano: An impressive tone quality… An emotional performance…with intensive music-making and a soft, supple transfer from a beautiful lyrical mood…to an energetic virtuosity.

—Ekaterina Docheva, Kultura (Bulgaria)

Freedom… Tarli…performs…with both style and flair. Some of the highlights of her disc… are magical, such as her fiery, yet at times light-hearted reading of Schumann’s “Aufschwung,” her impassioned way with “In der Nacht,” or the ultimate stillness she creates in the last of Schoenberg’s six pieces.

—Scott Noriega, Fanfare (USA)

 

Tarli plays the Moments musicaux with an unaffected directness that allows them to speak with charm and grace. The Fantasiestücke is… fully mature Schumann, marked by all the arabesque-like keyboard figuration, spontaneous-sounding melodic sweep, Romantic impulse, and technically demanding virtuosity, all of which Tarli demonstrates her mastery of and real feeling for…

—Jerry Dubins, Fanfare (USA)

I would place Tarli’s readings [of Schoenberg’s Six Piano Pieces Op. 19] on equal footing with those I’ve heard by Roland Pöntinen on BIS and Maurizio Pollini on Deutsche Grammophon, and she is better recorded on this ICSM release than either of them.

—Jerry Dubins, Fanfare (USA)

 

I was especially impressed with the sense of buoyant fun that Fiammetta Tarli found in Schoenberg’s op. 19 Klavierstücke. ★★★★★

—Martin Anderson, Klassisk Musikkmagasin (Norway)

A dizzying experience… Husband and wife Ivo Varbanov and Fiammetta Tarli bring sparkle and swing…on…the first outing on their new label. ★★★★

—Stephen Pritchard, The Observer (UK)

The performance of Fiammetta Tarli and Ivo Varbanov are consistently stylish and enjoyable: these musicians resist the temptation to over-inflect this music, but they are always alert to details and always find an attractive range of colour on a beautiful and characterful modern piano by the Bayreuth firm Steingraeber…It is a splendid IRR debut from the new ICSM label.

—Nigel Simone, IRR (UK)

Simple and subtle approach of Varbanov/Tarli…Their subtle use of rubato, of agogic accents, of pause and breath belie that they are two separate performers playing here, so in tune, so in sync are their conceptions of this music. This is, simply put, Brahms as it should be played.

—Scott Noriega, Fanfare (USA)

 

Si respira un’aria di domestica intimita` nell’approccio alla musica di Fiammetta Tarli ed Ivo Varbanov, un po’ perche? utilizzano un grancoda Steingraeber & Sohne dalle sonorita` vecchio stile, calde e ruvide, un po’ perche? fraseggiano in modo affabile, quasi colloquiale, con un tocco non troppo elaborato, come ai valzer brahmsiani ben si conviene. Del resto essere compagni nella vita, oltre che alla tastiera, aiuta ad entrare in sintonia con lo spirito dell’Hausmusik romantica.

—Luca Segallo, Rivista Musica (Italy)

 

The two sets of Liebeslieder Waltzes for just piano four hands, performed in their piano four-hands versions by Varbanov and Tarli, are an absolute delight to hear.

—Jerry Dubins, Fanfare (USA)

Amazingly, when you subtract the vocal side of the Liebeslieder Waltzes, the piano reduction brings unexpected interest…A purely instrumental rendering is rather like hearing a large new set of Brahms intermezzos.

—Huntley Dent, Fanfare (USA)

 

Schoenberg, though brief is a reason enough to own this CD. Here Tarli is brilliant and articulate, allowing the background Romanticism of these pieces to come to the fore.  I would welcome a CD of twentieth-century piano music from Tarli. This is how piano music should be recorded. – 10/10

HI-FI Plus (UK)

 

I was surprised to find that Brahms’ three waltz-cycles end-to-end make a kind of mega-cycle of their own – and that the ear remains fresh after an hour of waltzes is a tribute to the intelligence and inventiveness of the performances, which bubble with joy… Here you have an hour of sheer delight. ★★★★★

—Martin Anderson, Klassisk Musikkmagasin (Norway)

 

Tarli plays romantic music as though it is classic music – simple and elegant without excessive colour or decoration… Reminds you of two peas in a pod when she plays Steingraeber, the finest grand piano.

—Michiuyu Kitao, The Record Geijutsu (Japan)

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Linkedin